Effetto espresso: quanto durano i benefici di un caffè

Una Ducati a Ferrara con i piloti Barni
11 Luglio 2018
La Moda in Castello 2018
23 Agosto 2018

Quanto dura l’effetto di un espresso? Ormai è noto che il caffè produce molti benefici sull’organismo, a patto che venga assunto in dosi moderate (non oltre 4-5 tazzine al giorno).
Molti di noi prendono un caffè per “ricaricarsi”, per ritrovare l’energia e schiarirsi le idee. In effetti, secondo uno studio condotto in Australia, la caffeina accelera il flusso dei messaggi diretti dal cervello al corpo, rendendoci in questo modo più attivi e aumentando la nostra attenzione.
La caffeina agisce rapidamente e molte persone beneficiano dei suoi effetti già dopo pochi minuti dall’assunzione. Tuttavia, una volta che il corpo metabolizza la sostanza, questi effetti scompaiono. La durata dell’”effetto espresso” varia quindi da persona a persona.
Mediamente, possiamo dire che la caffeina ha un’emivita di circa cinque ore.
In un espresso ci sono 7 grammi di caffè che corrispondono a circa 40 milligrammi di caffeina. Ricordiamo che questo parametro varia in base alle varietà utilizzate nella miscela: l’Arabica ha un contenuto di caffeina inferiore rispetto alla Robusta.
I livelli di caffeina raggiungono il picco nel sangue a distanza di 15-45 minuti dal consumo, perché sono rapidamente metabolizzati dal fegato. In questa fase, l’espresso esprime al massimo i suoi benefici in termini di attenzione e concentrazione. Dopo circa cinque ore dall’assunzione della tazzina di caffè, questo effetto si esaurisce e nel nostro organismo saranno rimasti soli pochi grammi di caffeina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.